Lavoro

Colloquio di lavoro: quando l’attesa diventa ansia e l’ansia altro!

Eccomi di nuovo alle prese con l’ansia da attesa.

Qualche giorno fa ho fatto il mio ennesimo colloquio.

Nel giro di due giorni i soliti due incontri, il primo con la referente del personale, il secondo con quello che dovrebbe essere il mio capo.

Se prima mi esaltavo quando avevo superato il primo step e dovevo fare il secondo ora ho capito che è una specie di prassi. Non mi è mai successo fino ad ora di fare solo un colloquio con una sola persona e avere un responso…di solito almeno 2 colloqui per non avere comunque una risposta.

Con il tempo ho capito che il silenzio dopo quasi una settimana non è mai un buon segno ma allora mi rivolgo a tutti quelli che dicono di avere urgenza nella ricerca…perché non date mai un feedback alla povera persona che si siede di fronte a voi?

All’inizio ero talmente pressante e desiderosa di feedback che ci restavo malissimo e dopo 2/3 settimane di silenzio chiamavo o mandavo sempre una mail per chiedere un feedback (una stolker da colloquio!!), ora invece non ci resto più male ma mi incavolo come una iena.

Eppure ero io una di quelle che un tempo selezionavano, ma non ricordo di non aver mai dato un riscontro alla persona che colloquiavo. Per me è stato sempre una questione di rispetto.

La persona che si siede difronte ad una altra per essere “valutata” già mette via una parte del suo orgoglio di essere umano accettando il fatto di essere  valutata da un estraneo che ti dedica massimo 20 minuti della sua giornata per farsi una idea su di te…e che probabilmente non ha neppure le competenze per valutare le tue. Per questo ho sempre pensato che dire anche un “ci dispiace ma non era idonea per la mansione” è un gran gesto di rispetto nei confronti di chi ha dedicato del suo tempo e ci ha messo del suo per risultare più o meno interessante ad un colloquio.

Ma è evidente che la gentilezza e il rispetto degli altri non è collegabile ad avere un cedolino a fine mese anzi oserei dire che le cose sono strettamente inverse!!!

Per tirarmi su oggi aggiungo questo video: La ridda dei folletti-BAZZINI

Annunci

2 thoughts on “Colloquio di lavoro: quando l’attesa diventa ansia e l’ansia altro!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...